Passo Bordala: la semplicità di un giro in moto

Passo Bordala offre sempre un'imperdibile senso di libertà su due ruote

Passo Bordala offre sempre un’imperdibile senso di libertà su due ruote

Reduci dalle scoperte panoramiche offerte dal Maso Naranch, nei pressi del borgo di Pannone in Val di Gresta, proseguiamo il nostro itinerario motociclistico lungo la strada che conduce a passo Bordala. La strada provinciale n. 88 da sempre è uno dei percorsi  preferiti da TMA: la Val di Gresta con i campi biologici di ortaggi, i verdi prati, i boschi cromatici e le case rurali offre uno spettacolo semplice; girare con la moto in questo territorio equivale a tuffarsi nello spirito più vero del Trentino.

Non troveremo luoghi sofisticati e famosi come quelli che compaiono sulle copertine patinate delle riviste turistiche, al contrario avremo modo di osservare insediamenti urbani prevalentemente di carattere rurale e di conoscere la genuinità degli abitanti.

La chiesa dedicata a San Michele Arcangelo a Ronzo Chienis

La chiesa dedicata a San Michele Arcangelo a Ronzo Chienis

La bella strada che sale a Passo Bordala

La bella strada che sale a Passo Bordala

Guidare la moto tra queste curve corrisponde a compiere leggeri passi di danza. L’andatura  lenta ci consente di osservare i contadini al lavoro, i colori della primavera e alcuni appassionati di volo libero che, da un costone a lato strada, si librano nell’aria con i loro colorati parapendio.

La scuola di volo libero di Passo Bordala

La scuola di volo libero di Passo Bordala

L'albergo ristorante Passo Bordala

L’albergo ristorante Passo Bordala

Le deliziose curve sono invito per la goduria dei riders

Le deliziose curve sono un invito per la goduria dei riders

Ogni istante ci regala profonde soddisfazioni: parcheggiamo sul Passo Bordala proprio di fronte all’albergo ristorante che porta il suo nome. Ci fermiamo per bere un caffè e fare due chiacchiere, peccato non sia l’ora giusta per approfittare della cucina casalinga che propone piatti tipici legati al territorio, ricca di ortaggi, carni e formaggi di qualità che rappresentano al meglio i valori di questo ambiente montano.

Il Monte Stivo che domina Passo Bordala

Il Monte Stivo che domina Passo Bordala

I campi biologici che vedrete lungo il percorso

I campi biologici che vedrete lungo il percorso

Prima di riprendere la strada, decidiamo di fare due passi percorrendo la stradina che porta al non lontano rifugio Somator, dal quale si gode una bella visuale sulla Vallagarina. Passeggiando tra le dolci colline osserviamo il paziente lavoro dei contadini intenti a dissodare i terreni per la successiva semina, i cavalli di un ranch e i tenui colori della primavera che risplendono ovunque. La breve camminata ci consente di vivere un istante di armonia con il paesaggio circostante, controvoglia torniamo alle moto per il rientro.

Un'altitudine modesta ma un tragitto che resterà nel cuore

Un’altitudine modesta ma un tragitto che resterà nel cuore

Una coppia di piloti tedeschi fanno una pausa all'albergo Passo Bordala

Una coppia di piloti tedeschi fanno una pausa all’albergo Passo Bordala

La strada scivola verso il fondo valle; prima che il viaggio si concluda c’è ancora spazio per godere dei paesaggi boschivi disseminati attorno al lago di Cei. E’ un territorio ricco di percorsi e sono sempre molti i motivi per tornare da queste parti, ovviamente in moto  , magari seguendo i percorsi di Trentinomotoadventure.

One thought on “Passo Bordala: la semplicità di un giro in moto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...