Il Trentino

ITINERARI

In questa pagina troverete i link per individuare la parte di territorio della provincia di Trento che più vi interessa per organizzare il vostro programma di viaggio, e per soddisfare le vostre curiosità. Avrete così modo di leggere resoconti sugli itinerari che si snodano nei luoghi meno frequentati dal grande traffico turistico e scoprire gli angoli più nascosti ed inconsueti del nostro territorio.

La Provincia di Trento è situata nella zona nordorientale del versante italiano dell’arco alpino.

Trento dista a circa 90 km da Verona, 50 da Bolzano, 180 da Venezia, 200 da Milano, 250 da Bologna e circa 600 da Roma. Per giungere a Monaco di Baviera serve percorrere circa 350 km mentre per arrivare ad Innsbruck 180.

Il Trentino ha un territorio profondamente caratterizzato dal sistema montano delle Dolomiti, che essendo tagliato a metà dalla valle dell’Adige è suddiviso in Dolomiti Orienetali (Latemar – Catinaccio – Marmolada) ed Occidentali (gruppo del Brenta). Nella provincia di Trento vi è la presenza di circa 300 laghi, ma solo alcuni di questi hanno dimensioni notevoli, la maggior parte sono costituiti da laghetti alpini, che rappresentano una delle principali attrattive paesaggistiche del Trentino.

Buona parte del territorio è di origine boschiva ed è l’habitat naturale di una variegata fauna e flora, pertanto, una buona parte del territorio, in considerazione dell’importanza naturalistica, è sottoposto a tutela ambientale, per questo il territorio va sempre rispettato e salvaguardato.

Non bisogna dimenticare che le Dolomiti, recentemente, sono state riconosciute patrimonio dell’UNESCO.

COME VISITARE IL TRENTINO

Per poter visitare bene il Trentino servirebbero almeno 4 giorni. Infatti, la Provincia di Trento geograficamente può essere suddivisa in 4 macroaree, tutte con un vertice che tocca il capoluogo, Trento; una nordoccidentale, una nordorientale, una sudoccidentale ed una sudorientale.

Cliccando sulla zona di vostro interesse, (funzionalità non ancora attiva , utilizzare i link presenti nella pagina) accederete direttamente alla pagina degli itinerari relativi a quella macroarea, una volta dentro potrete poi dirigervi nelle microaree più specifiche.

Al centro delle macroaree è situata Trento capoluogo della provincia e ottimo campo base per i vari percorsi. L’area di Trento comprende il Monte Bondone e la Piana Rotaliana;

La zona nordoccidentale, comprende la Val di Non la Val di Sole ed il gruppo del Brenta;

La zona nordorientale, comprende la Val di Fiemme, la Val di Fassa;

La zona sudoccidentale, comprende il lago di Garda, la val di Ledro e le Valli Giudicarie e Rendena;

La zona sudorientale, comprende l’Alta e Bassa Valsugana, la Vallagarina e Rovereto.

Zona Nord Occidentale

La zona nord occidentale del Trentino si estende ad ovest, dove confina con la Lombardia, e a nord dove confina con i territori l’Alto Adige. Si tratta di una splendida area a carattere prevalentemente turistico, grazie alla ricchezza ed alla bellezza di ambienti naturali. Qui il territorio e la presenza di moderne strutture garantiscono la possibilità praticare differenti attività sportive, culturali e del benessere fisico. Unitamente alla forza trainante di queste valli, la frutticoltura da un forte impulso all’economia della zona; i meleti in primavera offrono un paesaggio suggestivo che pochi luoghi possono regalare ai propri ospiti. Girare in moto per queste aree permetterà al motociclista di fare un’immersione nei profumi e nei sapori di una terra generosa e vivace. Una terra dominata da uno scenario alpino spettacolare, dove si innalzano i gruppi del Brenta, delll’Ortles Cevedale, dell’Adamello Presanella. Tutti nomi, ammantati di straordinaria bellezza, che, altresì, ricorrono nelle pagine più dolorose della storia della nostra nazione.

I percorsi motociclistici riguardano due aree strettamente legate tra loro, parliamo

della Val di Non con le microaree degli altopiani della Predaia ,della Paganella, della val di Bresimo e val di Rumo e,

della Val di Sole con le microaree delle valli di Pejo e di Rabbi.

Zona Nord Orientale

La zona nord orientale del Trentino è collocata ad est al confine di Veneto e Alto Adige. E’ uno territori trentini più conosciuti e rinomati tra gli appassionati degli sport invernali e delle ardite arrampicate in parete. Le valli alpine di Fiemme e Fassa sono circondate da sterminati boschi e panorami unici al mondo. Il paesaggio è dominato dai celebrati gruppi dolomitici del Lagorai, del Latemar, del Sella, del Catinaccio – Sassolungo, dei Monzoni e del ghiacciaio della Marmolada. Sono i luoghi conosciuti col nome dell’enrosadira e della leggenda del giardino delle rose di re Laurino, ovvero quando nelle ore serali del tramonto i caldi raggi di sole colorano di rosso le pareti verticali delle magnifiche Dolomiti. Le Dolomiti sono una delle maggiori attrazioni di tutto l’arco alpino e la loro unicità ha consentito di ottenere il prestigioso riconoscimento di essere inserite tra i patrimoni naturali dell’UNESCO.

I percorsi motociclistici, tra i più belli dell’arco alpino, si snodano tra curve e passi, molti dei quali resi celebri dalle gesta sportive di famosi campioni del ciclismo e che ancora oggi esprimono un fascino infinito.  Gli itinerari riguardano:

Zona Sud Occidentale

Il bacino sud occidentale è un territorio molto variegato, comprende aree alpestri montane e ambiti vallivi e pianeggianti. Come l’ambiente circostante anche il clima è variegato da quello più estremo delle località in quota a quello più mite e gradevole della conca gardesana.
In ogni caso, si tratta di un territorio molto frequentato dai turisti sia nei periodi invernali sia in quelli estivi. Le offerte turistiche comprendo escursioni, trekking, alpinismo e gli sport invernali ed estivi, mentre sul lago, grazie alla presenza dell’Ora del Garda, il vento che spira in questa zona, si praticano tutti gli sport a vela.

Anche chi è alla ricerca di eventi o mete culturali sarà accontentato in un ambiente favorevole alle colture di qualità, dove le tradizioni del passato vengono tramandate da generazioni e dove la buona qualità della vita vi farà trascorrere indimenticabili vacanze.
La varietà dei luoghi è garanzia di una grande varietà di itinerari e percorsi stradali che saranno per il pilota esperto o neofita fonte di divertimento e scoperta.

Questo territorio è suddiviso nelle seguenti aree:

Zona Sud Orientale

Paesaggi ondulati e pianeggianti, conche verdi e boschive, aree lacustri e montane caratterizzano la vasta area sud orientale. Tradizioni contadine ed eventi culturali si tengono per mano in un territorio dove la vita è ancora semplice e tranquilla come una volta. La varietà dei luoghi è sinonimo di tragitti variegati dai più tecnici a quelli più semplici, ma sempre in avvolti da placide rilassanti atmosfere naturali.

Questa macroarea comprende:

  • ALTAVALSUGANA:
    • Civezzano Lago di Santa Colomba,
    •  Lago di Caldonazzo,
    •  Val dei Mocheni -Bersntol,
    •  Val di Cembra,
    •  Vetriolo Terme e Panarotta.
  • BASSAVALSUGANA:
  • ROVERETO VILLALAGARINA
    Rovereto trovandosi al centro della Vallagarina, alle pendici degli altopiani di Folgaria e Lavarone ed a due passi dal Garda, diventa l’ideale punto di partenza per i nostri itinerari. I percorsi da fare in moto si snodano in un territorio che è l’assoluto protagonista tra elementi naturali, storici, culturali, dalle mille attrazioni, dal divertimento e dal piacere della guida su strade fantastiche.: